Education

Enikki Festa: orgogliosi dei lavori dei nostri piccoli

Enikki Festa: orgogliosi dei lavori dei nostri piccoli

Enikki Festa: orgogliosi dei lavori dei nostri piccoli

Translation currently unavailable

Nel 1990 la Mitsubishi Public Affairs Commitee ha dato vita con il supporto dell’UNESCO (Asia- Giappone) ad un programma di sensibilizzazione e crescita dedicato ai bambini. Un progetto importante dal nome “Enikki Festa” che negli anni è riuscito a coinvolgere e sensibilizzare diverse famiglie.

“Enikki Festa” è nato con l’intento di stimolare e aumentare gli scambi culturali tra bambini nella forma più adatta a loro: disegni, diari illustrati, saggi brevi o foto dove sono proposti i loro pensieri, sogni ecc.

L’obiettivo aziendale è trasformare “Enikki” in un mezzo per promuovere e divulgare la comprensione interculturale tra i vari stili di vita che coinvolgono i bambini dell'Asia.

Il progetto è stato creato a supporto dell’Anno della Alfabetizzazione proclamato appunto nel 1990 e che aveva l’obiettivo di creare un mondo in cui tutti sappiano leggere e scrivere. Enikki nasce quindi nella speranza di creare e promuovere non solo la cultura della diversità, ma anche l’alfabetizzazione e l’istruzione in genere. 

Recentemente il programma è stato rinominato in "Mitsubishi Asian Children’s Enikki Festa” ed il cambio di denominazione è stato fatto per evidenziare una maggiore enfasi sullo scambio internazionale, nella speranza che attraverso Enikki i bambini asiatici possano davvero capire e rispettare le rispettive culture e lavorare insieme verso la costruzione di un futuro migliore.

Il “motto” di Enikki è " Lasciate che vi dica di come viviamo": i bambini sono invitati a dipingere e scrivere qualcosa che rappresenti la loro vita quotidiana, un particolare che hanno "vissuto, visto o sentito ", come ad esempio la loro giornata, i passatempi preferiti, la famiglia, gli amici, la scuola ecc. Lo scopo è abituarli ed aiutarli a conoscere, comprendere e confrontare la vita quotidiana e le culture dei bambini in tutta l'Asia.

Negli anni l’affluenza e la partecipazione è molto cresciuta arrivando ad un totale di ben 635.511 opere da parte dei partecipanti. Un successo che ovviamente ci rende orgogliosi.