Community support

Un importante progetto di educazione sanitaria

Un importante progetto di educazione sanitaria

Un nuovo progetto di Brianza per il Cuore

Translation currently unavailable

Ogni forma di malattia comporta oltre alla sofferenza fisica e psicologica anche il mettere in discussione usi e abitudini quotidiane sia del malato che dei familiari vicini. Cambiamenti che a volte possono rompere gli equilibri della vita quotidiana. Ed è proprio per affrontare e creare una “nuova vita su misura” del malato e in questo caso specifico del malato cardiopatico che è nato nel 2008 il progetto “Pensaci”.

 

“Pensaci” è un progetto di educazione sanitaria delle malattie cardiovascolari ideato dal Reparto di Cardiologia dell’Ospedale San Gerando di Monza in collaborazione con Brianza per il cuore, che si è sviluppato nel tempo in una serie di incontri divulgativi rivolti a tutti i pazienti di Cardiologia, ai loro familiari, conoscenti e a tutti coloro che hanno voluto approfondire il tema della cardiopatia ischemica.

 

Inoltre, grazie al prezioso lavoro di tante persone che si sono messe a disposizione del progetto offrendo il loro entusiasmo e le proprie competenze specifiche, è stato realizzato un vero e proprio manuale di educazione e prevenzione: un piccolo vademecum di come si può prevenire e convivere con la malattia cardiovascolare.

 

Purtroppo le malattie cardiovascolari sono ancora oggi tra le cause più diffuse di morte e invalidità soprattutto in giovane età. Anche per questo, la nostra azienda sostiene da vicino l’Associazione onlus Brianza per il Cuore promuovendo le sue attività di coinvolgimento e sensibilizzazione della comunità, in un territorio come quello brianzolo nel quale vivono molte persone che lavorano presso la nostra filiale di Agrate.

 

Queste sono le principali iniziative dell’Associazione:

 

  • la diffusione della cultura necessaria per la lotta alle malattie cardiovascolari;
  • la formazione e l'aggiornamento del personale docente per la promozione della salute nelle scuole;
  • lo stimolo e il sostegno alla organizzazione di un sistema di allarme sanitario e di pronto intervento
  • la promozione della ricerca in ambito cardiovascolare o iniziative atte ad arricchire le dotazioni e a promuovere la formazione professionale degli operatori per la lotta alle malattie cardiovascolari